Categorie
Lazio Ospedali che usano il plasma Iperimmune Raccolta del plasma iperimmune Studio di efficacia del plasma

Raccolta del plasma al Campus Biomedico di Roma

Il plasma da di pazienti guariti dall’infezione da SARS CoV2 può essere considerato come una vera e propria terapia per pazienti critici ricoverati presso i Covid Hospital. Per questo le donazioni di plasma da parte dei pazienti guariti è un estremamente gesto prezioso.

Al Policlinico Universitario Campus BioMedico in Via Alvaro del Portillo, 200-00186 Roma si sta raccogliendo il plasma iperimmune.

Per poterlo donare occorrono i seguenti requisiti:
– età compresa tra 18 e 65 anni;
– peso corporeo di almeno 50 Kg;
– disporre di 1 tampone negativo dopo una diagnosi di COVID 19;
– negatività per comportamenti a rischio di trasmissione di malattie infettive (per esempio cambio di partner da meno di 4 mesi, interventi chirurgici o indagini endoscopiche negli ultimi 4 mesi).

Per le donne la normativa trasfusionale NON consente la donazione di plasma iperimmune se abbiano avuto gravidanze a termine o meno, per prevenire una grave patologia respiratoria che può svilupparsi nei riceventi la trasfusione di plasma.

Chi vuole donare può contattare il Centro Trasfusionale del Policlinico Universitario Campus BioMedico alla email: trasfusionale@unicampus.it

Si viene invitati a compilare un modulo e ad inviare i referti dei tamponi effettuati. Successivamente si viene chiamati per fare una visita medica e per delle analisi. Se sussistono i criteri di idoneità alla donazione, si procede con la donazione vera e propria del plasma iperimmune.

Si ricorda che la donazione di sangue

  • è indolore e priva di rischi;
  • il materiale adoperato per il prelievo è sterile e monouso, a garanzia del donatore e del ricevente;
  • dà diritto ad una giornata di riposo retribuito per i lavoratori dipendenti.

Anche coloro che non dovessero rientrare nei criteri necessari ad effettuare la donazione, possono comunque rendersi molto utili cercando di sensibilizzare alla donazione di plasma iperimmune eventuali amici/parenti o conoscenti che abbiano superato l’infezione da SarsCov2 nelle ultime settimane.

Fonte immagine:

Depliant dell’associazione AD SPEM_2019