Categorie
Cure del Covid Uncategorized

27 luglio 2021 Manifestazione per le terapie precoci contro il Covid davanti al Ministero della Salute

Oggi il Comitato per le Comitato per la Cura Domiciliare Covid-19 consegnerà al ministro della Salute circa 30 mila firme per richiedere la fine del protocollo che prevede paracetamolo e vigile attesa e per richiedere trattamenti precoci contro il Covid secondo un protocollo che negli ultimi mesi ha dato risultati molto incoraggianti.

Guidati dall’avvocato Erich Grimaldi, il Comitato nei mesi si è arricchito del lavoro volontario di medici, infermieri, psicologi che prestano soccorso precoce in telemedicina tramite un gruppo Facebook ben organizzato , proprio come dovrebbe fare in realtà il Sistema Sanitario Nazionale.

L’avvocato Grimaldi ha annunciato che è in corso di pubblicazione un primo studio, con ospedalizzazioni ridotte allo zero percento, su un gruppo di pazienti trattati in fase precoce, nelle prime 72 ore dall’insorgenza dei sintomi a dimostrazione che le linee guida ministeriali che prevedono la vigile attesa sono fallimentari.

Lo stesso plasma iperimmune si è rivelato estremamente efficace se somministrato entro i primi tre giorni dall’infezione ed è per questo che lo studio Tsunami ha fallito nell’identificare l’efficacia del trattamento, visto che il protocollo prevedeva di fornirlo anche a pazienti malati da giorni e persino già intubati.